Art. 1 – Denominazione e Sede

E’ costituita l’Associazione denominata: “ASSOCIAZIONE CULTURALE RADIO COVER” , attualmente con Sede Sociale in Palmi (RC), con la possibilità di istituire sedi operative e dipendenze anche provvisorie e transitorie in altri luoghi a seconda delle necessità.

Art. 2 – Durata 

La durata dell’Associazione è stabilita fino al 31 dicembre 2050 e potrà essere prorogata o anticipatamente sciolta con deliberazione dell’Assemblea Straordinaria degli Associati.

Art. 3 – Scopo L’Associazione

L’associazione non ha scopo di lucro, è democratica, apartitica e apolitica. L’associazione ha, quale scopo prioritario, quello dell’esercizio dell’attività radiofonica sul web. Per  web-radio si intende l’attività di trasmissione radiofonica fruibile unicamente sul web attraverso la compressione di file audiovisivi e radiovisivi in tempo reale. L’attività principale consisterà quindi nella redazione, preparazione e messa in onda di trasmissioni radiofoniche in ambito; dette trasmissioni comprenderanno principalmente programmi di cultura, informazione, musica, nonché rubriche di pubblica utilità e di promozione in particolare su attività artistiche culturali e turistiche del territorio nazionale. Fare radio non solamente per divertirsi  ma per acquisire competenze e abilità; per imparare a  vincere la timidezza: per rendere l’attività complementare ai programmi scolastici  attraverso le informazioni e le conoscenze culturali necessarie a confezionare una trasmissione radiofonica; la rielaborazione di quelle stesse informazioni in un altro linguaggio per rendere un’esperienza altamente formativa. Il lavoro di gruppo con le specializzazioni del singolo e il confronto con gli altri per stimolare negli associati la capacità di interagire e collaborare tutti al medesimo obiettivo: confezionare la trasmissione. Al solo scopo di procurarsi i necessari mezzi di sostentamento, l’Associazione potrà altresì inserire nel proprio palinsesto brevi messaggi di pubblicità e/o di sponsorizzazione.

Art. 4 – Finalità

Le finalità dell’Associazione sono le seguenti:

-diffondere la cultura radiofonica e musicale nel mondo giovanile e non, attraverso le nuove tecnologie digitali;

-ampliare la conoscenza della cultura musicale, letteraria ed artistica, attraverso contatti fra persone, enti ed associazioni, dando spazio ai giovani artisti emergenti;

-allargare gli orizzonti didattici, in campo musicale e radiofonico, di educatori ed operatori sociali ovvero di tutti gli interlocutori soggetto/oggetto delle attività dell’associazione;

-offrire e cogliere l’opportunità di esplorare in modo creativo, innovativo ed educativo le dinamiche della tecnica, tecnologia e cultura radiofonica musicale alla luce delle strutture sociali, tecnologiche e culturali in divenire;

-proporsi come spazio di incontro e di aggregazione nel nome di interessi culturali assolvendo alla funzione sociale di maturazione e crescita umana e civile, attraverso l’ideale di cooperazione;

-promuovere progetti che abbiano come tema la marginalizzazione e che stimolino la consapevolezza e l’impegno dei giovani a confrontarsi con queste tematiche nella prospettiva di costruire una società più inclusiva.

-porsi come punto di riferimento per quanti vivono situazioni di disagio sociale affinchè l’espressione radiofonica possa dar loro sollievo a tale condizione;

-sostenere la non violenza e tutte le forme che combattono le mafie e l’ingiustizia;

-attuare i principi espressi dall’art. 21 della Costituzione della Repubblica Italiana, il quale afferma: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione;

-sostenere i valori espressi dall’art. 19 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, dell’art. 10 della Convenzione Europea e dell’art.19 del Patto Internazionale di New York;

-determinare e promuovere la diffusione di opere musicali in accordo diretto o indiretto con gli autori, produttori, esecutori, interpreti;

-valorizzare la cultura e l’arte in ogni sua espressione, particolarmente quella legata alla musica, ai suoi autori, interpreti, esecutori e quindi alla sua divulgazione con tutti i mezzi messi a disposizione dalla tecnologia. Tutto ciò deve aver luogo in condizione di rispetto delle altrui libertà;

-essere strumento per la costituzione e l’avviamento alle arti e mestieri della comunicazione in generale, letteraria e giornalistica;

-rendersi interpreti delle necessità territoriali e per questo strumento di mediazione e canale d’informazione indipendente tra Enti, Autorità e Cittadini;

-favorire una civile convivenza tra il Popolo Italiano e quello dei Paesi confinanti; tutelare e promuovere la lingua italiana, valorizzare la forza lavorativa ed imprenditoriale di chiunque viva nel territorio e tutelare le minoranze culturali ed etniche presenti sul territorio;

-costituire un punto di riferimento per chiunque vive nel territorio, uno strumento indispensabile per unire le diverse culture, nella comunicazione e nelle relazioni politiche, economiche e sociali;

-promuovere lo sviluppo di forme turistiche rispettose dell’ambiente;

-organizzare e/o patrocinare eventi culturali, spettacoli, concerti, fiere;

– gestire impianti pubblici e/o privati di qualsiasi genere (sportivi, teatri, sale convegni ecc.)

-prodigarsi per la crescita dei vari settori economici organizzando forme di pubblicità mirate e svolgere azioni di marketing volte a promuovere e armonizzare l’offerta turistica;

-avviare un piano di promozione del territorio e dei suoi prodotti, attività, aziende;

-partecipare a programmi e iniziative a carattere Comunitario, Nazionale, Regionale Provinciale e Comunale aventi attinenza con le attività sopra citate;

-realizzare programmi radiofonici musicali e d’informazione;

-ideare e pianificare campagne pubblicitarie, creare siti internet, applicazioni (app) per dispositivi mobili e grafica multimediale;

-creare altre forme di comunicazione come web radio e web tv radio e quanto altro offerto dalle nuove tecnologiche, realizzare radio in centri commerciali, Enti, Amministrazioni e mezzi di trasporto;

-occuparsi della gestione di altre emittenti radiofoniche, tradizionali o via web;

-organizzare autonomamente o presso gli Istituti Scolastici primari o secondari corsi inerenti la valorizzazione del media radiofonico, corsi di dizione, public speaking, speaker radiofonico, DJ, tecnico di regia, giornalismo radiofonico, free lancer con stage valido come credito formativo scolastico;

-realizzazione, nel rispetto delle leggi, di campagne elettorali attraverso differenti mezzi di comunicazione ed informazione;

-iscriversi all’ENPALS e sottoscrivere agibilità per nome e per conto dei propri associati se sussistono le condizioni;

– fare tutto quanto sia necessario e conseguente al perseguimento degli scopi dell’Associazione.

Art. 5 – Organi Sociali

Organi dell’Associazione sono:

– L’Assemblea generale degli Associati;

– Il Presidente;

– Il Consiglio Direttivo;

– Art. 6 – Domanda di ammissione

Rivestono la qualifica di Associati tutti coloro che, previa domanda di ammissione alla Associazione e successiva accettazione della stessa da parte del Consiglio Direttivo, partecipano alla attività della Associazione medesima. Possono far parte dell’Associazione, in qualità di Associati, sia le persone fisiche che le persone giuridiche nonché gli Enti e le Associazioni. Tutti coloro che intendono far parte dell’associazione dovranno compilare e sottoscrivere apposita domanda di ammissione indirizzata al Consiglio Direttivo con la osservanza delle seguenti modalità ed indicazioni:

1. indicare nome e cognome, luogo e data di nascita, professione, residenza; numero telefonico ed, eventualmente, numero di telefono cellulare e indirizzo e-mail; 2. Indicare la propria sfera di interessi in cui si intende collaborare nelle varie attività organizzate dall’Associazione; 3. I Soci accettando di aderire all’Associazione, dichiarano di aver preso atto dell’informativa di cui all’art.10 della legge 31 dicembre 1996, n° 675 e acconsentono, ai sensi degli art.11, 20, 22 e 28 della predetta legge; al trattamento ed alla comunicazione dei propri dati personali.

Art. 7 – Associati

Vi sono 3 tipologie di soci:

-Soci Fondatori

-Soci Ordinari

-Soci Onorari

Art. 8 – Diritti e Doveri degli associati

I soci sono obbligati:  1. Ad osservare il presente statuto, i regolamenti interni e le deliberazioni legalmente adottate dagli organi associativi; 2. A mantenere sempre un comportamento degno nei confronti dell’Associazione; 3. A versare la quota associativa così come deliberato dal Consiglio Direttivo; 4. Comunicare tempestivamente, con lettera o e-mail, le variazioni dei propri dati. I soci hanno diritto: 1. A partecipare a tutte le attività promosse dall’Associazione; 2. Ad usufruire di tutte quelle particolari convenzioni sottoscritte dall’Associazione;  3.  A partecipare alle manifestazioni indette dall’Associazione;  4. A partecipare alle attività artistiche, editoriali e tecniche dell’emittente; 5. Ad accedere alle cariche associative; 6. I soci maggiorenni godono dal momento di ammissione del diritto di partecipare all’Assemblea con diritto di voto per l’approvazione e la modifica dello Statuto e dei Regolamenti, per la nomina degli organi direttivi dell’Associazione, per lo scioglimento anticipato dell’Associazione e la devoluzione dell’eventuale patrimonio residuo.

Art. 9 – Decadenza degli Associati

Gli Associati cessano di appartenere all’Associazione nei seguenti casi: 1. Dimissioni volontarie; 2. Per decadenza conseguente al mancato pagamento della quota annuale, trascorsi due mesi dall’eventuale sollecito scritto; 3. Radiazione deliberata dalla maggioranza assoluta del Consiglio Direttivo, pronunciata contro l’Associato che commette azioni ritenute lesive o disonorevoli sia all’interno che al di fuori dell’Associazione, o che, con la sua condotta, costituisce ostacolo al buon andamento del sodalizio. 4. Il provvedimento di radiazione assunto dal Consiglio Direttivo deve essere ratificato dall’Assemblea Ordinaria. Nel corso di tale Assemblea, alla quale deve essere convocato l’Associato interessato, si procederà in contraddittorio con l’interessato alla disamina degli addebiti. 5. L’Associato radiato non può più essere riammesso.

ART. 10 – Soci Fondatori, Ordinari ed Onorari

Sono “Soci Fondatori” i firmatari del presente atto: persone che risultano firmatari dell’Atto Costitutivo dell’Associazione e che hanno sostenuto finanziariamente e moralmente il progetto associazionistico e continuano a sostenere l’attività e l’organizzazione. Essi compongono il Consiglio Direttivo ed hanno pieno potere decisionale sulle questioni organizzative. Sono “Soci Ordinari” le persone fisiche, Enti e Società. Il numero dei soci è illimitato. Sono “Soci Onorari” le Personalità, Autorità, Enti, Società, gli Artisti che si prodigano per la crescita dell’Associazione o che si distinguono per particolari benemerenze. La qualifica di Socio Onorario viene designata dall’Assemblea dei soci o dal Presidente del Consiglio Direttivo.

Art. 11 – Assemblea degli Associati

L’Assemblea generale degli Associati è il Supremo Organo deliberativo dell’Associazione ed è convocata in sessioni Ordinarie e Straordinarie. Elegge il direttivo e approva i bilanci.

Art. 12 – Diritto di partecipazione

Fra gli aderenti all’Associazione, siano essi soci fondatori od ordinari, esiste parità di diritti e di doveri. La disciplina, del rapporto associativo e le modalità associative volte a garantire l’effettività del rapporto medesimo sono uniformi. E’ esclusa espressamente ogni limitazione in funzione della temporaneità della partecipazione alla vita associativa. Potranno prendere parte alle Assemblee sia Ordinarie che Straordinarie dell’Associazione gli Associati in regola con il versamento della quota associativa annua. Ogni Associato può rappresentare in Assemblea, per mezzo di delega sottoscritta, non più di un Associato. E’ possibile la partecipazione all’Assemblea anche in videoconferenza o altra forma telematica.

Art. 13 – Compiti dell’Assemblea

La convocazione dell’Assemblea Ordinaria avverrà almeno otto giorni prima della data fissata per l’adunanza mediante affissione dell’avviso di convocazione nella sede dell’Associazione e contestuale comunicazione agli Associati a mezzo telefono, fax o e-mail o altre forme telematiche. L’Assemblea Ordinaria deve essere convocata almeno una volta l’anno per l’approvazione del rendiconto finanziario ed economico e per la programmazione dell’attività per l’anno successivo.

Art. 14 – Validità Assembleare

L’Assemblea Ordinaria è validamente costituita in prima convocazione con la presenza della maggioranza assoluta degli Associati aventi diritto al voto e delibera validamente con il voto favorevole della maggioranza dei presenti. Ogni Associato ha diritto ad un voto. L’Assemblea Straordinaria in prima convocazione è validamente costituita quando sono presenti due terzi degli Associati aventi diritto al voto e delibera con il voto favorevole della maggioranza dei presenti. Trascorsa un’ora dalla prima convocazione, tanto l’Assemblea Ordinaria che l’Assemblea Straordinaria saranno validamente costituite qualunque sia il numero degli Associati intervenuti e delibera con il voto dei presenti.

Art. 15 – Consiglio Direttivo

Il Consiglio Direttivo è l’Organo Esecutivo dell’Associazione; esso è formato dai Soci Fondatori  e da due Soci Ordinari  , eletti con voto segreto durante l’Assemblea annuale dei Soci. I componenti del Consiglio durano in carica tre anni e sono rieleggibili; Per la validità delle riunioni è necessaria la presenza di metà più uno dei Consiglieri; trascorsa mezz’ora dalla prima convocazione la riunione è valida qualunque sia il numero dei Consiglieri intervenuti. E’ inoltre facoltà del Presidente riunire il Consiglio ogni qualvolta lo ritenga utile. Il Consiglio delibera a maggioranza di voti dei Consiglieri presenti. Il Consiglio Direttivo si riunisce almeno 1 volta ogni 2 mesi per esaminare le proposte dei Soci riguardo l’attività radiofonica e le altre attività. Sono compiti del Consiglio: 1. redigere i programmi di attività sociale previsti dallo Statuto sulla base delle linee approvate dall’Assemblea dei Soci; 2. curare l’esecuzione delle Deliberazioni dell’Assemblea; 3. redigere i bilanci; 4. compilare i progetti per l’impiego del residuo del bilancio da sottoporre all’Assemblea; 5. stipulare tutti gli atti e contratti di ogni genere inerenti all’attività sociale; 6. formulare il Regolamento interno dell’Associazione; 7. deliberare circa l’ammissione, la sospensione, la radiazione e l’espulsione dei soci; 8. favorire la partecipazione dei soci all’attività dell’associazione;  9. deliberare l’eventuale assunzione di personale esterno o interno; 10. elargire contributi per eventuali collaborazioni interne od esterne; Le deliberazioni sulle nomine verranno adottate a maggioranza. In caso di parità prevarrà il voto del Presidente. Qualora uno o più dei componenti il Consiglio Direttivo sia chiamato, in virtù delle proprie specifiche competenze, a svolgere attività professionale in favore dell’Associazione, dovrà essere retribuito per queste specifiche funzioni, fermo restando che nulla potrà essere riconosciuto a fronte dell’attività di componente del Consiglio Direttivo.

Art.16–Dimissioni e decadenza
Qualora, per qualsiasi ragione, nel corso dell’esercizio venissero a mancare uno o più Componenti del Consiglio Direttivo, i rimanenti provvederanno alla convocazione dell’Assemblea degli Associati per surrogare i mancanti. I nuovi componenti così eletti resteranno in carica fino alla scadenza dei consiglieri sostituiti. Il Consiglio Direttivo dovrà considerarsi sciolto e non più in carica qualora, per dimissioni o per qualsiasi altra causa, venga a perdere la maggioranza dei suoi componenti.

Art. 17 – Presidente del Consiglio Direttivo 

Il Presidente del Consiglio Direttivo, nominato dal consiglio direttivo, è il legale rappresentante dell’Associazione. Fa propri gli scopi statutari impegnandosi ad operare per la crescita dell’Associazione e del suo prestigio. A lui spettano la firma e la rappresentanza di fronte a terzi ed in giudizio. In caso di sua assenza o impedimento viene sostituito dal Vice Presidente, dal quale è coadiuvato nelle sue attività. Il Presidente cura l’esecuzione dei deliberati del Consiglio Direttivo. In caso di urgenza esercita i poteri del Consiglio Direttivo, salvo ratifica da parte di questo alla prima riunione. Il Presidente convoca e presiede il Consiglio Direttivo. Il Presidente del Consiglio Direttivo è espressamente delegato ad incassare qualsiasi somma versata all’Associazione anche da Enti Pubblici, Regionali, Provinciali, Comunali.

Art. 18 – Vice Presidente, Segretario e Tesoriere

Il Vice Presidente, il Segretario e il Tesoriere sono nominati dal Consiglio direttivo e possono essere rappresentati da una medesima persona. Il Segretario assiste il Consiglio Direttivo e l’Assemblea degli Associati e redige i verbali delle riunioni, assicura la realizzazione delle deliberazioni e provvede al normale funzionamento dell’Associazione. Il Tesoriere è responsabile della tenuta dei registri dai quali risulta la gestione contabile dell’Associazione. Tra i registri dell’Associazione dovrà essere contemplato il Libro degli Associati dal quale dovranno risultare i nominativi degli associati. Detto Libro sarà tenuto a cura del Segretario. L’Associazione per gli incassi ed i pagamenti, e per il deposito dei propri fondi di cassa potrà avvalersi di un conto corrente postale o bancario intestato all’Associazione i cui poteri di firma spettano al Presidente del Consiglio Direttivo.

Art. 19 – Esercizio Sociale

L’anno sociale e l’esercizio finanziario iniziano il 1° gennaio e terminano il 31 dicembre di ciascun anno.

Art. 20 – Patrimonio Sociale

Il patrimonio dell’Associazione è costituito da: 1. dalle somme versate periodicamente dagli Associati nella misura stabilita per ogni anno dall’Assemblea degli Associati; 2. dagli eventuali contributi o donazioni di terzi o dei Soci stessi; 3. da lasciti e/o donazioni da chiunque effettuati; 4. dai proventi derivanti dalle attività organizzate dall’Associazione; 5. dalla raccolta di fondi; 6. da provvidenze e sovvenzioni a favore dell’editoria e dell’emittenza radiofonica da parte dello Stato e di Enti Pubblici o Privati 7. da eventuali sponsorizzazioni di Istituti di credito, Banche e privati; 8. da proventi derivanti da iniziative permanenti od occasionali (partecipazione a fiere, manifestazioni. etc.); 9. da proventi derivanti da pubblicità, promozioni e sponsorizzazioni radiofoniche; 10. da compensi e rimborsi per supporto e promozione servizi di pubblica utilità a favore di Enti Pubblici, Nazionali, Regionali, Provinciali e Comunali; 11. dalle attrezzature acquistate per lo svolgimento dell’attività dell’Associazione.

Art. 21 – Modifiche Statutarie

Il presente Statuto potrà essere modificato dall’Assemblea Straordinaria degli Associati nel rispetto di quanto previsto in tema di validità di convocazione e di deliberazione e con il consenso congiunto dei Soci Fondatori, del Presidente e del Segretario.

Art 22 – Intrasmissibilità della Quota Sociale

La quota sociale o contributo associativo, ad eccezione dei trasferimenti a causa di morte è intrasmissibile e non rivalutabile.

Art. 23 – Divieto di distribuzione degli utili

E’ fatto divieto di distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell’Associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione siano imposti dalla legge.

Art. 24 – Norma Finale

In caso di scioglimento dell’Associazione, il patrimonio verrà devoluto ad altre Organizzazione di Volontariato con finalità analoghe od affini di pubblica utilità sentito l’organismo di controllo di cui all’art. 3, comma 190, della legge 23 dicembre 1996 n° 662 e salvo diversa destinazione imposta dalla legge.

Art. 25 – Norma di rinvio

Per tutto quanto non espressamente contemplato nel presente Statuto trovano applicazione le norme del Codice Civile e dalle disposizioni normative in tema di associazioni civilmente non riconosciute.

MARCELLO CICALA

DEMETRIO MALGERI

CLAUDIO SALVI

 

C.F. 91026470806